Coppitelli:”Gara condizionata dagli episodi. E sul suo futuro……”

Federico Coppitelli analizza nel   post partita la sconfitta del  Torino contro il Sassuolo Queste le sue parole a Calcio on line.it. “La squadra ha fatto una buona prestazione, gli episodi ci hanno penalizzato. Se rigiochiamo la stessa gara con gli stessi a nostro favore, vinciamo noi. Abbiamo creato dieci palle gol, mentre loro con tre tiri hanno vinto una partita. Non è facile commentare una gara del genere-prosegue-, ma sono contento dei ragazzi. Oggi-tra l’altro- abbiamo fatto degli esperimenti in vista dei play-off con Singo a destra e Gilli a sinistra, Ferigra e Marcos al centro, non era facile. La direzione di gara però mi lascia perplesso: sul secondo gol loro c’era la bandierina del guardalinee alzata, ma la rete è stata convalidata. Inoltre ci è stato negato un rigore netto su Rauti. Non cerco alibi, ma resto perplesso sulla conduzione della gara da parte della terna arbitrale. Onore comunque al Sassuolo che si è giocato il tutto per tutto: hanno battuto noi e l’Atalanta, non è un caso, hanno sul momento tanta voglia e stimoli. Questo è il secondo campionato di fila che il Toro a tre giornate dal termine si qualifica ai play-off, mi sembra un ottimo risultato. Avremmo preferito chiudere in casa con una vittoria, pazienza, ma in ogni caso questi ragazzi vanno elogiati per quello che hanno fatto. Molti di loro(classe 2000) chiuderanno un ciclo con la Primavera, per poi andare in prestito .  E sui singoli. “Oggi hanno debuttato sia Buonavoglia che Potop, non hanno fatto male. Io devo valutare anche certi aspetti che riporterò alla società: alcuni giocatori sono in prestito, bisogna capire cosa fare a fine stagione”. E sul suo futuro.”Per  me questo Torino vale come una Prima Squadra, abbiamo passato tre anni importanti dove si sono fatte grandi cose, vincendo una Coppa Italia e una Supercoppa. Prima di arrivare al Toro ho ricevuto l’offerta dei grandi del Frosinone, ma la società ciociara ha fatto altre scelte. In futuro mi piacerebbe allenare le Prime Squadre, non sarà facile visto che i Presidenti in Italia preferiscono investire su un allenatore navigato piuttosto che su un progetto giovane. Non so se sarà tra un anno, due o tre, ma mi piacerebbe provare ad allenare i grandi”.

Fonte: Calcioonline.it

Redazione Primaveratorotime

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...