Il cuore Toro non basta: ai supplementari passa la Dea

Toro eliminato dalla Dea solo dopo i supplementari. I granata escono di scena a testa alta, dopo aver dato nel secondo tempo filo da torcere agli orobici. La gara termina quattro a tre per i nerazzurri, con i regolamentari che si erano conclusi sul punteggio di due a due. Una stagione sopra le righe per i granata che ieri sono stati in alcuni frangenti un pò sfortunati, con il secondo gol casuale, il salvataggio sulla linea da cui è nato il terzo gol e l’infortunio di Potop. Coppitelli propone il 4-3-3 con Singo e Michelotti sugli esterni, mentre Ferigra e Potop si sistemano al centro. In mediana spazio a Onisa, De Angelis e Kone, con il tridente d’attacco formato da Petrungaro, Rauti e Millico.

LA CRONACA- Granata bloccati e timorosi nella prima frazione di gioco con la Dea che fa il bello e il cattivo tempo. Gemello è costretto a fare gli straordinari, compiendo un primo grande intervento su Ta Bi. Non può fare niente, invece, sul tiro di Cambiaghi che, su assist di Kulusevski, porta in vantaggio i nerazzurri(13′). Accenna a un timida reazione il Toro con Kone su punizione con la palla che termina di poco alto sopra la traversa(18′). Due minuti più tardi ancora il portiere granata sugli scudi su una conclusione di Piccoli a botta sicuro e al 26′ è prodigioso su Kuluseksvki. Dalla panchina Coppitelli si sbraccia, continuando a dire al suo staff:”Non ci siamo, non stiamo giocando”. E la conferma di ciò arriva da altre due conclusioni dei bergamaschi che per fortuna non inquadrano la porta. Nella ripresa il tecnico corre ai ripari, inserendo Belkheir e Isacco. E’ un altro Toro, nonostante la Dea si faccia pericolosa in apertura con Zortea e Piccoli. E’ proprio l’ex Atalanta ad impegnare Ndiaye nella prima parata della partita, con un tiro al volo. La sfida si fa più equilibrata con la Dea che sfiora il raddoppio al 60′ ancora con Piccoli a cui i granata risponde tre minuti dopo il Toro con Rauti. Al 66′ i granata pervengono al pareggio con il neo entrato Belkheir che sfrutta un assist di testa di Singo per bucare il portiere orobico. Al 77′ torna in vantaggio la Dea con un gol fortunoso di Kulusevski che trova la deviazione involontaria di Kone che spiazza Gemello. Manca poco per i granata per tentare di portare la sfida ai supplementari, ma la Dea sembra tenere botta. Un opaco Millico tenta la conclusione, ma la sfera termina fuori dallo specchio. La punta si rifà in pieno recupero: il suo corner è telecomandato per la testa di Singo che batte Ndiaye e porta incredibilmente ai granata ai supplementari. Attimi di nervosismo in casa orobica che contestavano il recupero: ne fa le spese il tecnico Brambilla che viene espulso. Nei tempi supplementari il Toro va vicino al sorpasso con Singo, ma la sua conclusione viene murata dalla difesa atalantina. I granata non hanno più cambi e sono visibilmente stanchi e la Dea ne approfitta per ripartire con Gyabuaa con Gemello che blocca in due tempi. Termina la prima frazione del primo tempo supplementare con il Toro in affanno che dovrebbe segnare per centrare la finalissima. Il gol invece lo segna l’Atalanta al 110′ con un’incredibile ripartenza di Traore che serve Colley per il tre a due. Rocambolesca l’azione del gol orobico: il Toro si butta in avanti con un tiro di  Rauti ma Heidenreich salva sulla linea in contropiede la Dea si riporta in vantaggio. Due minuti dopo il poker che spegne definitivamente ogni velleità del Toro: lo realizza Traore che buca Gemello. I granata provano a scuotersi al 113′ con una punizione di Millico che trova l’angolo giusto sul primo palo grazie anche a un evidente errore di Ndiaye. Il Toro dovrebbe a questo punto segnare due gol ma mancano tempo ed energie. Termina così con la Dea che centra la finalissima che andrà a giocare contro Inter o Roma, mentre il Toro esce a testa altissima, con una stagione sopra le righe che gli ha consentito di vincere la Supercoppa, arrivare in finale di Coppa Italia e centrare una semifinale scudetto. Di seguito il tabellino della sfida.

Atalanta-Torino 4-3 13′ Cambiaghi (A), 65′ Belkheir (T), 77′ Kulusevski (A), 95’Singo (T), 110′ e 112′ Colley (A), 115′ Millico (T)

Atalanta: Ndiaye; Zortea, Okoli, Heidenreich, Brogni; Ta Bi, Da Riva, Peli (dal 83′ Traore); Kulusevski (dal 88′ Gyabuaa), Piccoli, Cambiaghi (dal 74′ Colley). A disp.: Nozza Bielli, Bergonzi, Girgi, Guth, Louka, Ghislandi, Cortinovis, Kraja, Pina Gomes. All.Brambilla

Torino(4-3-3): Gemello; Singo, Ferigra, Potop (dal 33′ Sportelli), Michelotti (dal 46′ Isacco); De Angelis (dal 54′ Gilli), Onisa, Kone (dal 81′ Buonavoglia); Petrungaro (dal 54′ Belkheir), Rauti, Millico. A disp.: Trombini, Ambrogio, Marcos , Ghazoini, Cuoco, Tordini. All.Coppitelli

Ammoniti: Kone(T), Isacco(T), Da Riva(A), Ta bi(A)

Espulsi: Brambilla(A) per proteste al 96′

Redazione Primaveratorotime

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...