Edera si racconta:”Al Toro da una vita, sogno di diventare come Messi”

Ne ha fatta di strada Simone Edera, al Torino dall’età di sette anni. Comincia nell’oratorio del capoluogo piemontese scoperto da Silvano Benedetti, facendo tutta la trafila delle Giovanili granata, arrivando a vincere uno scudetto e una Supercoppa Primavera nel 2015. Debutto anche in Europa League per lui con il gol vincente contro il Senica che ha consentito ai granata di approdare alla doppia sfida con il Middlesbrough, venendo poi eliminati. Di seguito i prestiti a Venezia, Parma   per poi approdare in Prima Squadra(in mezzo anche la fugace esperienza a Bologna), segnando al debutto un eurogol alla Lazio. Poco spazio per lui con Mazzarri, ma la rivincita è dietro l’angolo: Cairo decide di esonerarlo e chiama Longo, che è un profondo estimatore dell’esterno classe ’97. Due partite per lui e un gol, inutile purtroppo ai fini del risultato(sconfitta a Napoli per due a uno con gol nel finale), ma indicativo del fatto che il Toro in avanti può contare anche su di lui. In una lunga intervista a Cronacaqui, la punta si racconta. Ecco un breve stralcio. “Sono al Toro da quando avevo sette anni, sono fidanzato da tanti anni con Nicole con cui mi trovo attualmente in questa quarantena. Svolgo esercizi da casa mirati come il tapis roulant , piegamenti e altri aerobici. Mi piace molto il tennis e quando ho tempo libero ne approfitto per qualche partita e il mio idolo da sempre è Messi”.

Fonte: Cronacaqui Torino

Redazione Primaveratorotime

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...