La top five dei numeri uno della Primavera del Toro

Chi sono stati i cinque migliori portieri della Primavera del Toro? Ne abbiamo scelti cinque. Vediamo di chi si tratta.

1° Andrea Zaccagno– Il numero uno granata, che sogna il ritiro a Bormio con la Prima Squadra, attualmente è in prestito all’Entella e ancora non si sa se il campionato potrà riprendere o no. In Primavera col Torino è stato il vero protagonista, vincendo uno scudetto  e una Supercoppa nel 2015 con il Toro di Longo. Vero pararigori, reattivo tra i pali, è molto abile nelle uscite. Un portiere moderno che si è tolto già tre soddisfazioni con due nazionali diverse: l’argento agli Europei Under 19 in Germania(2016) e il bronzo ai Mondiali Under 20 l’anno successivo in Corea del Sud.

Domenico Coppola– Dalla scorsa estate non è più il portiere del Toro, ma il classe ’99 con Coppitelli in panchina ha vinto una Coppa Italia da protagonista, collezionando in Primavera 37 gettoni

3° Podio per Luca Gemello, cresciuto nel Fossano e arrivato al Toro in punta di piedi. Protagonista con l’Under 17 con una finale scudetto centrata e persa con l’Atalanta, approda prima in Berretti e poi in Primavera, vincendo(seppure non giocando) una Coppa Italia e una Supercoppa, quella sì da protagonista. Nella finale al Breda di Sesto si supera nella lotteria dei rigori. Attualmente è in prestito alla Fermana dove si sta facendo valere

Tommaso Cucchietti- E’ stato per un anno in Primavera il vice di Zaccagno, vincendo uno scudetto e una Supercoppa. Si alterna con D.Coppola la stagione successiva prendendosi le sue soddisfazioni. Ventotto le presenze con Coppitelli nel 2016-2017, prima di approdare nel calcio dei grandi con le esperienze a Reggio Calabria, Alessandria  e nel Sudtirol(militanza tuttora in corso). Probabile che venga aggregato nel ritiro di Bormio con la Prima Squadra, si deciderà il tutto a giugno

Luca Pastine– E’ stato il protagonista delle Giovanili degli anni ’90, vincendo un Campionato Primavera nel 1991-1992. Di seguito la parentesi a Caserta, per fare ritorno una stagione dopo a Torino dove resterà fino al 1995. Nel tifoso granata resterà impresso il rigore parato nel derby a Ravanelli, che decise di fatto il risultato dopo il gol del tre a due  finale segnato da Angloma. Saranno trentatre le presenze per lui in due anni con parate spesso decisive

Redazione Primaveratorotime 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...