Giovani lanciati in Prima Squadra: il Toro di Borsano “batte” quello di Cairo

Molti giovani del Toro in questi anni hanno faticato ad imporsi tra i grandi. Una situazione piuttosto comune, visto il gap tra il calcio professionistico e quello giovanile. Eppure la società di Urbano Cairo, pur credendo in loro, ha avuto sempre qualche timore a farli salire in Prima Squadra. Pochi hanno debuttato in quindici anni e, tra questi, spiccano i nomi di Edera, Bonifazi e Millico. Gli altri hanno avuto sparute apparizioni nel Toro di Ventura: il centrocampista Graziano e  le punte Rosso e Lescano. In particolare Edera ha cominciato con Mihajlovic che lo ha fatto debuttare contro la Roma, riuscendo ad andare in gol. L’esterno si è ripetuto in Coppa Italia, mentre prima dell’interruzione forzata dovuta alla pandemia era andato in gol contro il Napoli. Salgono a quattro le reti per un talento puro che però ha bisogno di continuità per esprimersi al meglio. Un attaccante, al pari di Edera, che ha necessità di giocare è Millico, andato in gol in questa stagione nei preliminari di Europa League. Non molto spazio con Mazzarri, ma Longo crede in lui e c’è da aspettarsi un impiego part time in questo finale di stagione. In passato, però, non è stato sempre così. Diversi, invece(seppure il calcio è profondamente cambiato in trenta anni ndr) i giocatori negli anni ’90 che hanno fatto il salto in Prima Squadra dalla Primavera, riuscendo a giocare in entrambe le categorie. Era il Toro di Borsano e c’era in panchina un “certo” Emiliano Mondonico che sapeva sfruttare al meglio le caratteristiche dei singoli. Bobo Vieri negli anni ’90 nella Primavera segnava caterve di gol con il Toro di Vatta e il Mondo ha pensato bene di portarlo in panchina con i grandi. Due le reti in Prima Squadra per il bomber che poi lascerà il Toro per andare al Pisa. Non solo lui con il “guru” granata(Vatta): in Prima Squadra  approderanno Cois, Delli Carri, Cravero,  Bresciani, Lentini,  Pastine,  Riccardo Sottil, Dino Baggio e  Sordo, tanto per citare i più significativi.  Alcuni di questi riusciranno a vincere una Coppa Italia con Mondonico nel 1993, centrando una finale storica in Coppa Uefa con l’Ajax. Una vera squadra di giovani quella succitata, in annate in cui  cui la dirigenza e lo staff tecnico non avevano timori a lanciare i giovani in Prima Squadra, con risultati completamente soddisfacenti.

Redazione Primaveratorotime

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...